sintesi additivaI colori-luce fondamentali sono tre, si tratta di colori-luce che non si possono ottenere per sovrapposizione ma ci permettono di ottenere tutti gli altri colori presenti in natura.

Fu Thomas Young a porre le basi della teoria tricromatica della visione, egli ipotizzò che, si trovino all'interno della retina, dei ricettori sensibili a tre bande dello spettro visibile. 

I tre colori-luce primari sono:

  • blu-viola
  • verde
  • rosso-arancio

La sovrapposizione a due a due dei tre colori primari dà origine ai colori-luce secondari, si formeranno il rosso magenta, il giallo e il blu ciano. La sovrapposizione dei fasci di luce colorata dà origine a colori che saranno progressivamente sempre più chiari, si deve considerare infatti che la luminosità dei vari fasci si somma (è di tipo additivo). 

Secondo questo principio potremo osservare che la la sovrapposizione i tutti i tre colori-luce primari darà luogo alla ricomposizione della luce bianca

Si definisce sistema di sintesi additiva o di mescolanza additiva la percezione visiva di un colore diverso dove si sovrappongono due o più fasci luminosi di colori-luce.

Molti schemi di televisori, scanner, fotocamere digitali e monitor funzionano sfruttando il sistema additivo attraverso una serie di piccoli puntini luce. Lo spazio colore "RGB” significa rosso, verde e blu: i colori primari della sintesi additiva (per sovrapposizione daranno origine a tutti gli altri colori).